Mensile del Santuario di Chiampo


Scarica il Mensile in formato PDF (4Mb)

Download PDF

Spedite le vostre testimonianze e foto alla nostra rivista.
email: rivista@santuariochiampo.com


Cari amici e lettori della rivista “Grotta di Lourdes del B. Claudio”, pace e bene.
Con la festa della Visitazione di Maria, abbiamo terminato il mese di Maggio. È stato un mese intenso di preghiera, di riflessione mariana. Sull’esempio del versetto degli Atti degli Apostoli: “Da tutta la Chiesa saliva incessantemente la preghiera a Dio”, il Papa aveva chiesto, soprattutto ai santuari, una preghiera incessante per chiedere la fine della pandemia e la ripresa delle attività sociali.
Così ogni giorno, con tutti i santuari del mondo, abbiamo pregato Maria perché interceda per noi figli suoi. Ogni giorno da ogni parte del mondo, un santuario guidava la preghiera del rosario.

È stata un’esperienza di fede importante, che ci ha arricchito molto spiritualmente, ci ha fatto sentire il cuore di tutta la Chiesa, della Chiesa che prega, che invoca, che loda. A chiudere questa maratona di preghiera, è stato lo stesso Papa Francesco, recitando il rosario dai Giardini Vaticani davanti all’immagine di Maria che scioglie i nodi.

Il Papa ha affidato alla Vergine cinque intenzioni di preghiera, cinque “nodi” da sciogliere. «Il primo è quello della relazionalità ferita, della solitudine e, divenute in questo tempo più profonde. Il secondo nodo è dedicato alla disoccupazione, con una particolare attenzione a quella giovanile, femminile, dei padri di famiglia e di chi sta cercando di difendere i propri dipendenti. Il terzo nodo è rappresentato dal dramma della violenza, in particolare quella scaturita in famiglia, in casa tra le mura domestiche, verso le donne oppure deflagrata nelle tensioni sociali generate dall’incertezza della crisi. Il quarto nodo si riferisce al progresso umano, che la ricerca scientifica è chiamata a sostenere, mettendo in comune le scoperte perché possano essere accessibili a tutti, soprattutto ai più deboli e poveri. Il quinto nodo da sciogliere, è quello della pastorale: le Chiese locali, le parrocchie, gli oratori, i centri pastorali e di evangelizzazione possano ritrovare entusiasmo e nuovo slancio in tutta la vita pastorale e i giovani possano sposarsi e costruire una famiglia e un futuro».

Ora, piano piano, stiamo riprendendo le nostre attività. I santuari, le chiese parrocchiali, si stanno riempendo sempre di più. Stiamo ritornando ad una normalità che non deve essere per forza una fotocopia di come eravamo prima della pandemia. Non possiamo continuare come se questo tempo di sofferenza sia stato solo una brutta parentesi della nostra vita. La sfida che ci aspetta è
proprio questa: trovare nuovi stimoli, nuove intercettazioni, per annunciare il vangelo e riportarlo nel cuore dei cristiani.

fra Alfonso Cracco, Rettore

GEN-FEB 2021



Download PDF

MAR-APR 2021



Download PDF

MAG-GIU 2021



Download PDF